Università Cattolica del Sacro Cuore

Vivere l’Università dentro e fuori l’Ateneo

Call for Ideas


Un’esperienza, una progettualità nata durante i mesi difficili della pandemia. Tempo nel quale si è vissuta l’Università a distanza, situazione forzata dall’emergenza sanitaria.

Nell’anno del centenario di fondazione dell’Ateneo è stata lanciata una proposta che intendeva andare oltre il periodo emergenziale: è stato chiesto agli studenti di elaborare idee su come vivere l’Università e come vivere il tempo a venire, preparandosi così per il futuro.

Un lavoro significativo dove al centro, evidentemente, ci sono le studentesse e gli studenti. La Call for Ideas è stata proposta come dimensione orizzontale, che permettesse ai ragazzi di vivere pienamente l’Università. Costruire quindi processi di comunità anche al di fuori del contesto universitario e in connessione con esso.

Tra le proposte avanzate e approfondite, un progetto particolarmente interessante: “Vivere il Terzo Settore”. L’idea progettuale si pone l’obiettivo di creare un ponte diretto tra studenti, Università e mondo del Terzo Settore, sfruttando le potenzialità della comunicazione digitale: soprattutto per quanto riguarda stage e posizioni lavorative.

L’economia e il lavoro si stanno affermando sempre più come elemento fondante di coesione sociale per il nostro Paese e il mondo variegato del Terzo Settore diventa attore primario e protagonista per le persone e i territori, come la gestione dell’emergenza pandemica ha messo in luce. Tuttavia, ci sono ancora potenzialità inespresse per un settore che ha difficoltà a raccontarsi e a innovare e che, allo stesso tempo, offre opportunità di partecipazione alla vita civile (volontariato), oltre che occasioni di lavoro crescenti (imprese sociali, cooperative, privato sociale). Volendo così creare nuovi ponti e spazi di comunicazione, capaci di combinare la voglia di fare delle giovani generazioni di studenti con le opportunità offerte dalle nuove tecnologie digitali. Il Terzo Settore è un florido terreno di sperimentazione.


Missione

  • Creare nuove opportunità di esperienze professionali nel Terzo Settore: stage e posti di lavoro;

  • Comunicare e trasmettere le best practice esistenti;

  • Fare cultura sul Terzo Settore, accumulando conoscenza e raccontando esperienze.


Il progetto si propone di mettere in rete le energie degli studenti, le opportunità di lavoro in enti del Terzo Settore e la capacità formativa dell’Università Cattolica.

Il tutto, con il contributo del quotidiano Il Sole 24 Ore che permette di aumentare la visibilità e la comunicabilità delle esperienze di solidarietà già esistenti in Italia, nonché di sensibilizzare la comunità accademica e le comunità territoriali sul valore pubblico e formativo delle nuove forme di imprenditorialità sociale.
 

A quali esigenze risponde il progetto?

  • Potenziare la visibilità e l’attrattività del Terzo Settore per le nuove generazioni;

  • Supportare l’esigenza di ricambio generazionale nel Terzo Settore;

  • Innovare le competenze e le figure professionali, con la creatività degli studenti e degli enti.


I pilastri

  1. Facilitare quindi le esperienze formative e professionali per studenti nel Terzo Settore - nella sua accezione più ampia - al fine di coinvolgere, far conoscere e creare delle collaborazioni stabili;

  2. Generare nuove opportunità di lavoro: Terzo Settore non significa solo volontariato ma luogo capace di combinare la sostenibilità e l’impatto sociale per creare valore economico;

  3. Contribuire concretamente allo sviluppo del Terzo Settore facendo leva sulla comunicazione e il coinvolgimento. Ogni studente potrà raccontare la sua esperienza formativa, divulgherà le best practice incontrate con lo scopo di aiutare le altre realtà esistenti nel Terzo Settore e promuoverà l’ente ospitante.

 

Main partner


 

Call for Ideas: gli studenti rilanciano la vita comunitaria
Cattolica News

 

 

 


 

Eventi/News