menu-icon
Scadenza Iscrizione : 31 ottobre 2024

Facoltà di : MEDICINA E CHIRURGIA

Gestione infermieristica delle derivazioni intestinali, urinarie, respiratorie e wound care

Brescia

Anno Accademico
2024/2025
Lingua
Italiano
Tipologia Master
Master I livello
Frequenza
Full time
Modalità
In presenza

Fondazione Poliambulanza, Istituto Ospedaliero – Brescia

 

L’Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa della Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” , in collaborazione con Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero, Via Bissolati 57 - Brescia, attiva per l’anno accademico 2024/2025 la II edizione del corso di Master Universitario di primo livello in “Gestione infermieristica delle derivazioni intestinali, urinarie, respiratorie e wound care”. 

Il Master universitario di primo livello ha la durata di un anno accademico per complessivi 60 crediti, pari a 1500 ore.

Il Master avrà luogo presso la sede esterna di Fondazione Poliambulanza, Istituto Ospedaliero – Brescia.

 

Presentazione del master

Il Master Universitario in “Gestione infermieristica delle derivazioni intestinali, urinarie, respiratorie e wound care”, ha lo scopo di fornire un approfondimento teorico-pratico nell’ambito delle derivazioni intestinali, urinarie, respiratorie e del wound care finalizzato all’acquisizione di conoscenze, abilità e tecniche che consentano un’assistenza specialistica di qualità nei confronti di persone portatrici di stomie ed incontinenza.

Durante il corso i partecipanti potranno quindi sviluppare competenze:

  • Operativo-assistenziali
  • Educative
  • Gestionali

I Docenti del corso sono Infermieri, Medici Chirurghi e Specialisti ospedalieri ed universitari.

Durante il percorso formativo gli studenti devono sostenere per ogni insegnamento un esame di profitto e la valutazione di tale esame deve essere espressa in trentesimi con possibilità di assegnare la lode. La prova si considera superata se lo studente ha acquisito un punteggio minimo di 18/30. Gli studenti che non conseguiranno il minimo dei punti previsti o che saranno assenti alla prova, dovranno ripetere la prova che deve essere prevista dopo almeno 15 giorni. Qualora non superino nuovamente la prova o siano nuovamente assenti possono ripeterla per una terza volta; se nuovamente insufficiente o assenti gli studenti decadranno dall’intero corso Master.

A coloro che avranno ultimato il percorso formativo previsto e superate le relative prove di valutazione, che prevedono una valutazione in trentesimi e la prova finale, sarà rilasciato il titolo di Master Universitario di primo livello in “Gestione infermieristica delle derivazioni intestinali, urinarie, respiratorie e wound care” con valutazione finale espressa in trentesimi con la possibilità della Lode. Il calcolo della media utile per la prova finale è ponderato

Il Master è rivolto a:

  • laureati in infermieristica conseguita ai sensi del D.M. 509/1999 e del D.M. 270/2004;
  • titolo di studio universitario, per la professione di infermiere, di durata triennale (secondo gli ordinamenti precedenti il D.M. 509/99);
  • diplomi conseguiti dagli appartenenti alla professione sanitaria di infermiere in base al comma 10, dell’art. 1, della Legge 8 gennaio 2002, n. 1, in possesso di diploma di maturità di durata quinquennale;
  • titolo rilasciato all’estero e accompagnato da dichiarazione di valore.

Per essere ammessi al Master i candidati dovranno presentare un curriculum vitae et studiorum, indicando la propria esperienza lavorativa in ambito sanitario nazionale e/o estero.

Per essere ammessi al Master Universitario in Gestione infermieristica delle derivazioni intestinali, urinarie, respiratorie e wound care i candidati dovranno superare una prova orale consistente in una verifica delle conoscenze di base, previa valutazione del curriculum di studio e scientifico/professionale.

Il numero degli ammessi al Master universitario in Gestione infermieristica delle derivazioni intestinali, urinarie, respiratorie e wound care è fissato ad un minimo di 15 e un massimo di 20 unità.

In caso di domande eccedenti i posti a disposizione il parere della commissione  giudicatrice è insindacabile.

Sbocchi occupazionali sono le Unità Operative ospedaliere e territoriali, i distretti socio sanitari e l’assistenza domiciliare.