menu-icon
Scadenza Iscrizione : 31 ottobre 2024

Facoltà di : MEDICINA E CHIRURGIA

Gestione della sicurezza e del rischio per la Sanità Pubblica (Safety and Risk Managment for Public Health)

Roma

Anno Accademico
2024/2025
Lingua
Italiano
Tipologia Master
Master I livello
Frequenza
Full time
Modalità
In presenza

Presentazione del master

L’Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa della Facoltà di Medicina e chirurgia “A. Gemelli”, L.go F. Vito 1, 00168 Roma, attiva per l’anno accademico 2024/25, la III edizione del corso di Master universitario di primo livello  in Gestione della sicurezza e del rischio per la Sanità Pubblica  (Safety and Risk Management for Public Health).

Il Master ha il patrocinio della ASL Roma 1, della  S.It.I. e dell'UNPISI (ATS dei Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro).

Il master si propone l’obiettivo di sviluppare competenze specialistiche funzionali alla individuazione, valutazione e gestione dei rischi (strategici, clinici, organizzativi, tecnologici, relazionali, comunicativi, informativi, economici), presenti in tutte le realtà produttive, che potrebbero influire sulle attività dell’organizzazione, sia essa pubblica o privata, sulla Salute e sicurezza dei lavoratori e degli utenti, con riferimento anche ai Sistemi di Gestione per la Salute e Sicurezza e la qualifica di “Formatore della sicurezza” ed abilitazione al ruolo di RSPP (Modulo C).

A coloro che avranno ultimato il percorso formativo previsto e superato le relative prove di valutazione sarà rilasciato con voto in tentesimi un titolo di Master Universitario di di primo livello in “Gestione della sicurezza e del rischio per la Sanità Pubblica (Safety and Risk Management for Public Health)"

Il Master è rivolto a:

  • Laureati nel corso di Medicina e Chirurgia (Classe LM/41), anche secondo gli ordinamenti didattici precedenti all’entrata in vigore del D.M. 509/1999;
  • Coloro che sono in possesso di diploma di laurea specialistica in Medicina d’Emergenza-Urgenza, Anestesia e rianimazione, terapia intensiva e del dolore, Medicina interna.
  • Medici in attività come strutturati in reparti di Pronto Soccorso, Medicina d’Urgenza/OBI, servizio di Emergenza Territoriale.

Il numero degli ammessi è fissato in un minimo di 5 fino ad un massimo di 30 iscritti. Per l’ammissione al master verranno valutati i Curriculum vitae.

Nel caso in cui le domande superino il numero di posti massimi previsti, verrà stilata una graduatoria nella quale saranno considerati i seguenti titoli:

  • Diploma di Specializzazione con votazione in: Medicina d’Emergenza-Urgenza, Anestesia e Rianimazione, Medicina Interna.
  • Attività di medico strutturato in reparti di Pronto Soccorso, Medicina d’Urgenza/OBI, servizio di Emergenza Territoriale.
  • Corsi e Diplomi in materie affini.

È prevista la partecipazione ad almeno l’80% delle attività didattiche. Inoltre, i discenti saranno chiamati a superare una prova scritta sugli argomenti trattati nell’ambito del Master e a sviluppare e portare a termine un project work.

Gli sbocchi professionali previsti per coloro che hanno conseguito il titolo di Master universitario in gestione avanzata del paziente critico in pronto soccorso sono: Medici d’Urgenza operanti presso Pronto Soccorso, reparti di Medicina d’Urgenza/OBI e servizi di Emergenza Territoriale; Medici di Medicina Interna operanti presso Pronto Soccorso, reparti di Medicina d’Urgenza/OBI e servizi di Emergenza Territoriale; Anestesisti/Rianimatori operanti presso reparti di Pronto Soccorso e servizi di Emergenza Territoriale.

LOGO ROMA 1