ENPortaliCerca

Facoltà di Economia e Giurisprudenza

Giurisprudenza

Piacenza

Anno accademico 2022/2023

Durata 5 anni

Lingua Italiano

Classe di laurea LMG/01 (Giurisprudenza)


Coordinatore: prof. Marco Allena

Giurisprudenza “Doppia laurea Diritto e Economia”

Unico in Italia, l’innovativo percorso "Diritto e Economia" con opzione doppia laurea (5+1) nasce dall’esperienza maturata nella quotidiana attività didattica sviluppata nella Facoltà di Economia e Giurisprudenza". 

Ciò ha consentito la predisposizione di un piano di studi orientato alla formazione di professionisti capaci di affiancare ad una solida conoscenza giuridica, capacità e competenze in ambito economico e gestionale, con anche un approfondimento delle questioni giuridiche della società digitale.

Un percorso con grandi attenzioni alle radici culturali del diritto, ma anche una forte spinta all’innovazione, assicurata dall’essere inseriti in un Campus insieme piccolo e grande, dotato di un sguardo attento alla dimensione internazionale.

Durante il quinquennio (5) verranno così maturati: oltre ai CFU (Crediti Formativi Universitari) necessari per ottenere una prima Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (classe LMG/01) un numero sufficiente di CFU per consentire l’accesso diretto all’ultimo anno del Corso di Laurea magistrale in Gestione d’azienda ed in Banking e Consulting, attivo nella stessa Facoltà di Economia e Giurisprudenza della sede di Piacenza.

Con un solo anno aggiuntivo (+1) si potrà così ottenere una seconda Laurea magistrale in Gestione d’azienda (con specializzazione nei profili di «General Management» o «Diritto Tributario – Libera Professione») o, alternativamente, Banking e Consulting (classe LM-77)."

I punti di forza del Corso

Un Corso di laurea magistrale a ciclo unico, che sviluppa lungo cinque anni l’insegnamento delle basi del diritto. La possibilità di scegliere alcuni corsi consente allo studente di indirizzarsi verso una specifica area del diritto, con la possibilità di privilegiare l’ambito forense, internazionale o d’impresa. Alle discipline giuridiche si affiancano quelle socio-economiche ed etiche, in linea con la vocazione dell’Ateneo.

La preparazione teorica è accompagnata da una costante attenzione per il diritto applicato (a livello sia nazionale sia internazionale), attraverso l’analisi di casi giurisprudenziali che consentono la verifica sul campo di quanto appreso. Lo stretto rapporto con i docenti è un altro punto di forza del Corso.

Oltre ai tradizionali sbocchi forensi (avvocatura, magistratura, notariato), il laureato potrà accedere ad un’ampia gamma di professioni e ruoli nel mondo delle imprese, dell’amministrazione pubblica, delle organizzazioni internazionali e della comunicazione.

Torna al menu