Università Cattolica del Sacro Cuore

Il valore delle relazioni e del Terzo Settore durante l'emergenza


Questo periodo di emergenza ci ha privato di un bene essenziale: le relazioni nelle comunità e nella società. La tecnologia può supplire ma non sostituire il valore inestimabile di questo bene prezioso. L'intervista del Professore Vito Moramarco alla Professoressa Lucia Boccacin.

Le relazioni, dal punto vista sociologico, sono una ricchezza. In che cosa si sostanzia tale ricchezza e chi può beneficiarne?
Come è possibile creare comunità attraverso le relazioni sociali? Qual è il contributo specifico delle relazioni nelle Organizzazioni solidaristiche: il Volontariato, il Terzo Settore?

Le Organizzazioni di volontariato sono in prima linea nel produrre questi beni “particolari” che supportano le persone, le aiutano, le sostengono e che hanno come alveo, entro cui questi beni particolari si producono, le relazioni sociali. Proprio le Organizzazioni del Terzo Settore immettono nella società italiana questo bene di cui ciascuno di noi fruisce, in maniera diversificata e a seconda delle condizioni, il cosiddetto bene relazionale. Anch'esso non è così facile da vedere, ma in realtà il "prendersi cura" è un bene positivo; esso diventa cruciale, soprattutto, in un periodo emergenziale.


Ascolta l'intervista del Professore Vito Moramarco, Direttore di Altis (Alta Scuola Impresa e Società), alla Professoressa Lucia Boccacin.


Sei interessato a conoscere le nostre attività? Scrivici: cattolicaperilterzosettore@unicatt.it