Ripresa attività didattica a settembre - FAQ

Aggiornamento del 31 luglio 2020

Attività didattica

Gli accessi ai diversi edifici dell’Ateneo saranno controllati con dispositivi automatici, in particolare sia termoscanner per la rilevazione della temperatura corporea sia videocamere intelligenti che conteranno in tempo reale le persone in ingresso e in uscita. Questo permetterà di monitorare in diretta il numero dei presenti in ogni edificio; solo in caso di una recrudescenza dell’epidemia si predisporranno altre misure più restrittive già previste dal protocollo.
Durante la prima fase (almeno fino alla fine di ottobre) gli studenti verranno suddivisi in gruppi omogenei ai quali saranno assegnate le giornate in cui sarà possibile essere presenti negli edifici della propria sede, secondo un calendario che garantirà ai gruppi una presenza equamente distribuita nel periodo.
Il calendario di presenza dei gruppi verrà comunicato ogni giovedì per le lezioni previste nella settimana successiva. La rotazione sarà giornaliera, dal lunedì al venerdì (es. nel caso di suddivisione in 3 gruppi: giorno 1 gruppo 1, giorno 2 gruppo 2, giorno 3 gruppo 3, giorno 4 gruppo 1, etc.).
Nella fase successiva le prenotazioni verranno effettuate dagli studenti per ogni singolo insegnamento in base al proprio piano degli studi, fino al raggiungimento della capienza possibile nelle aule assegnate.

Durante il primo semestre gli studenti potranno indicare la propria intenzione (modificabile in corso di semestre) di non voler frequentare le lezioni in presenza (per tutto il periodo o su singole date); in questo modo, i posti resi disponibili da questi studenti verranno messi a disposizione degli studenti appartenenti agli altri gruppi.

L’accesso alle sedi consentirà agli studenti di poter frequentare le lezioni programmate in presenza e di poter accedere (sempre su prenotazione, mediante le apposite funzioni di ICatt) ai servizi erogati (biblioteca, Polo studenti, sale studio, gli uffici aperti al pubblico).
Una volta terminate le attività previste, compresa quella di studio libero, è richiesto agli studenti di uscire dall’edificio in modo da evitare assembramenti nella delicata fase di deflusso.

Da settembre e per tutto l’anno accademico 2020/21 le lezioni riprenderanno in tutte le sedi dell’ateneo in forma mista, in parte in presenza e in parte online, in base alle modalità stabilite dalle Facoltà per ogni Corso di Studio (presenti nell’apposita sezione del sito).

Nella pagina ICatt e sulla relativa App si visualizzeranno gli orari delle lezioni in modalità agenda e per ciascuna lezione sarà indicato il luogo fisico dell’erogazione o la voce “lezioni online” se il docente sarà in diretta sulla piattaforma Blackboard oppure sarà sostituita da lezioni videoregistrate.

Anche nella sessione autunnale (agosto / ottobre) le prove si svolgeranno esclusivamente da remoto, salvo alcune eccezioni relative ad esami che, in base a quanto stabilito dalle facoltà, potranno svolgersi in modalità mista. Per questi esami gli studenti, all’atto dell’iscrizione all’appelli, potranno dichiarare se terranno l’esame in presenza o da remoto. Gli studenti che chiederanno di tenere l’esame in presenza saranno autorizzati ad accedere alla sede.

I campus di Milano e di Brescia si stanno attrezzando per consentire, con tutte le dovute misure di sicurezza, la ripresa degli esami di laurea in presenza, tenendo in considerazione la tipologia degli edifici e il considerevole numero di esami di laurea da svolgere simultaneamente nelle due sedi. In caso di svolgimento in presenza, sarà verosimilmente necessario imporre limitazioni all’accesso, per garantire la massima sicurezza sia nelle aule universitarie sia negli spazi esterni all’Ateneo.
Nelle sedi di Piacenza e di Roma le configurazioni logistiche e il numero previsto di laureandi consentono di svolgere alcune prove finali di laurea con modalità “in presenza”, ferma restando l’osservanza della normativa vigente, del distanziamento sociale e delle regole sanitarie. Le partecipazioni alle sessioni di laurea saranno ovviamente contingentate e limitate a un numero ristretto di persone per dare la possibilità alle rispettive sedi di organizzarsi nel miglior modo possibile. Il candidato potrà scegliere se sostenere l’esame di laurea in presenza o a distanza. Nel caso in cui decidesse per la prima opzione ogni laureando avrà a disposizione un determinato numero di pass che potrà assegnare a sua scelta. Tutto ciò sempre con l’obiettivo di mettere l’Ateneo nelle condizioni tecniche di gestire lo svolgimento delle sessioni di laurea in piena sicurezza e nella massima ottemperanza delle disposizioni governative vigenti.

La rilevazione della presenza degli studenti (presenti in aula o collegati da remoto) verrà effettuata dal docente all’inizio della lezione.

I libri da acquistare verranno segnalati mediante i consueti canali, in particolare mediante la pubblicazione dei programmi dei corsi e delle comunicazioni sulla pagina personale del docente.
Inoltre, consultando la bibliografia dei corsi troverete un link accanto ai libri presenti nella libreria Vita e Pensiero che si trova nella sede di Largo Gemelli. Cliccando, sarà possibile effettuare l’acquisto online e ricevere i libri a casa oppure ritirare i libri in Università con le modalità che troverete sul sito https://librerie.unicatt.it. È anche possibile prenotare la visita in libreria per ricevere la consulenza dei librai e per prenotare ciò che non è immediatamente disponibile.

In attesa di ulteriori sviluppi, il ricevimento dei professori proseguirà secondo la modalità sperimentata nei mesi scorsi, ossia da remoto mediante la piattaforma Teams.

Attività da remoto

Tutte le lezioni erogate in diretta streaming (con il docente presente in aula o da remoto) saranno registrate e messe a disposizione sulla piattaforma Blackboard.

Tutte le aule sono state dotate di attrezzature multimediali (videocamere, sistema di gestione, impianto audio adeguato) che consentiranno allo studente collegato di assistere alla lezione seguendo il docente e/o visualizzando il materiale proiettato in aula.

Il docente (o un suo incaricato) controllerà la chat nella quale gli studenti collegati potranno effettuare domande e/o interventi.

Tutte le lezioni verranno registrate e salvate sulla piattaforma Blackboard.

Agli studenti autorizzati ad accedere alla sede (perché autorizzati a seguire le lezioni in presenza oppure che hanno prenotato un appuntamento di accesso ai servizi offerti) sarà consentito utilizzare i posti disponibili delle aule libere da lezioni, sempre nel rispetto del distanziamento previsto. In questo modo sarà anche possibile seguire le lezioni erogate in diretta da docenti non presenti in aula.

Attività in presenza

Si raccomanda il rispetto degli orari (è importante che la lezione inizi con gli studenti ai propri posti) e dei cartelli che all’interno dell’ateneo definiranno i percorsi. Nelle aule i posti utilizzabili saranno segnalati con appositi contrassegni. All’interno delle aule più capienti ed all’esterno delle aule più piccole saranno presenti i dispencer di igienizzante per le mani il cui utilizzo è altamente raccomandato.

Ogni studente potrà accedere agli edifici universitari solo se dotato di adeguata mascherina medico-chirurgica monouso (anche denominata mascherina facciale a uso medico) o altra mascherina facciale filtrante dotata di analogo (o superiore) livello di protezione delle vie respiratorie, autorizzate al commercio e di efficacia certificata secondo le disposizioni tecnico-normative in vigore. Non sono ammesse mascherine di comunità.

Vita in università e servizi

E’ consigliabile l’utilizzo di spazi comuni solo se i posti sono chiaramente indicati e distanziati. Ogni locale prevede il corretto distanziamento e la presenza di indicazioni specifiche. Gli altri spazi (es. chiostri, ambulacri) sono utilizzabili sono ai fini dello spostamento all’interno dell’edificio.

A partire dal 1° settembre, tutti i servizi delle Biblioteche delle varie sedi saranno attivi, secondo modalità coerenti con il protocollo di emergenza Covid19 dell’Ateneo e idonee a tutelare le condizioni di salute degli utenti e del personale.
Tutte le informazioni aggiornate – compresi gli orari delle sale studio e le relative procedure di accesso – saranno come sempre disponibili nelle sezioni della Biblioteca presenti sul portale unicatt.it.

La valutazione è lasciata ad ogni singolo studente, sulla base della modalità di erogazione dell’attività didattica prevista per il proprio corso di studio. Si ricorda che tutte le lezioni tenute in aula saranno sia trasmesse in diretta streaming che videoregistrate e che la presenza dello studente in aula non prevede vantaggi formali rispetto alla presenza da remoto.

Va rimarcato che l’emergenza sanitaria ha indotto l’Università Cattolica a ripensare l’offerta formativa, elaborando un’innovativa didattica aumentata digitalmente (DAD) che da settembre permetterà di assicurare sia lo svolgimento di lezioni in presenza (nei limiti di quanto sarà consentito dalle prescrizioni sanitarie allora vigenti) sia la loro diffusione in streaming. Resta confermata la possibilità da parte degli studenti in grave difficoltà economica di potersi rivolgere alle strutture competenti (Commissione Contributi Studenti, Educatt).