Portali Cerca

Gli auguri di Natale
del Rettore

immagine della natività

Non è il Natale che avremmo voluto passare. Non è il migliore dei Natali possibili per noi, per le nostre famiglie, per il nostro Ateneo che compie 100 anni. Ma è un periodo di attesa che ci è chiesto di vivere migliorando l’oggi e provando a creare un domani migliore, secondo l’esortazione di Papa Francesco a “vivere nella speranza”, ad aprire i nostri cuori per “vegliare” fiduciosi che “la notte passerà”1.  
    
Per la nostra famiglia universitaria, aprire i cuori significa anche spalancare le porte della propria casa, almeno nei modi che la realtà oggi consente, perché l’Università Cattolica del Sacro Cuore è, anche in questo momento, un luogo d’incontro e di crescita umana e culturale, che ha come orizzonte il mondo.
È con questo spirito che Vi invito a visitare la ricostruzione in tre dimensioni della nostra Aula Magna, predisposta proprio per dare modo a tutti di essere presenti nel cuore del nostro Ateneo, almeno virtualmente.
Un piccolo segno di quanto l’Università Cattolica sia una casa ospitale, pronta ad accogliere, sempre.
     
Tenendo a mente le parole di Sant’Agostino “a lui toccava nascere per noi, a noi avvenga di rinascere in lui”2, confido che la nostra comunità rimanga - com’è oggi - coesa e unita intorno ai valori e alla tradizione del nostro Ateneo e rivolgo a ognuno di voi e ai vostri cari i più affettuosi auguri per il Santo Natale e per il nuovo anno.

Franco Anelli

 


1. Santa messa con i nuovi cardinali, Omelia del Santo Padre Francesco, Basilica di San Pietro, Altare della cattedra, domenica, 29 novembre 2020
2. Dai “Discorsi” di Sant'Agostino Vescovo (Sermo 370,4)

 

Torna al menu