Università Cattolica del Sacro Cuore

Opportunità Rwanda

Conferenza  29 marzo 2019
Aula: SV 011 -  Ore: 9.30
Via S. Vittore 18, Milano

Rwanda

Un Paese con una chiara visione del proprio sviluppo e una volontà ferrea di raggiungerlo. È questo il Rwanda oggi, che, 25 anni dopo essersi lasciato alle spalle uno dei periodi più bui della storia contemporanea mondiale, è proiettato con una determinazione che ha pochi paragoni al mondo verso la costruzione di un Paese totalmente diverso e per certi versi unico nel panorama africano. La crescita economica, la riduzione della povertà, l’allungamento dell’aspettativa di vita, la diversificazione dell’economia sono tutti passi verso un futuro che, nei piani dichiarati dal governo, intende vedere il Rwanda nel gruppo dei Paesi a reddito medio nell’arco di vent’anni e in quello medio-alto entro il 2050. Le politiche avviate negli ultimi vent’anni e in particolare la marcia innestata negli ultimi dieci, hanno portato risultati tangibili. La continua attenzione a uno sviluppo sostenibile e inclusivo e alla stabilità macroeconomica hanno spinto la crescita a una media del 7,5% annuo negli ultimi 10 anni, al raddoppio del pil pro capite, alla riduzione della povertà e del livello di ineguaglianza, con il coefficiente Gini (il parametro che misura la disuguaglianza di una distribuzione, in base al quale più il valore è vicino allo 0 più la distribuzione è equa) passato dallo 0,52 del 2005 allo 0,45 del 2014. Secondo gli ultimi dati diffusi quest’estate dal Fondo monetario internazionale (Fmi), il pil pro capite del Rwanda è passato dai 229 dollari del 2000 ai 729 dollari del 2016. Il tasso di popolazione che versa in condizione di povertà è passato dal 60% del 2005 al 39% del 2014, mentre l’aspettativa di vita media, che nel 2000 era di 49 anni, è salita nel 2014 a 64 anni. Numeri che dimostrano come gli obiettivi - pil procapite di 1240 dollari, povertà al di sotto del 20% e aspettativa di vita di 66 anni - che il Paese si è posto nei suoi documenti programmatici Vision 2020 e 2035 siano tutt’altro che irraggiungibili. Al Rwanda il mensile Africa e Affari ha dedicato uno Speciale nel numero di Marzo 2018, che verrà presentato in una mattinata di lavoro a Milano e consegnato gratuitamente ai partecipanti. Il team redazionale di Africa e Affari presenterà tutti i dati economici aggiornati relativi ai principali settori del Paese, con un’attenzione particolare a Infrastrutture, Energia e Agribusiness. Keynote Speaker sarà la responsabile per la promozione degli investimenti del Rwanda Development Board (RDB).
 


Saluti e introduzione

  • Vito Moramarco Altis, Alta Scuola Impresa e Società
  • Gianfranco Belgrano Africa e Affari
  • Roberta Monti Brussels Airlines
  • Enrico Lalia Morra Consolato Rwanda


Dati a cura di "Africa e Affari"

  • Economia
  • Infrastrutture
  • Energia
  • Agribusiness
  • Turismo


Voci e testimonianze


Winifred Ngangure Rwanda Development Board Head of Investment Promotion
Perchè scegliere il Rwanda

Frank Cinque E4Impact
Agribusiness: opportunità e sfide per le PMI italiane in Africa

Andrea Romano Uniafrica/Etc S.p.A.
La Finanza per operare in Rwanda

Marco Gualtieri Seeds&Chips
L'innovazione in Africa per rispondere alle sfide del Pianeta

Simona Autuori Responsabile Ufficio Agenzia ICE di Addis Abeba
Lancio del Desk ICE di Kigali

Gianpiero Succi e Francesca Secondari Bonelli Erede
Investire in Rwanda: il quadro normativo

Ingresso libero e fino a esaurimento posti, previa conferma alla mail eventi@internationalia.org



E-mail:

eventi@internationalia.org

Sponsorizzato da:

Africa e Affari

Programma (963,93 KB)