Università Cattolica del Sacro Cuore

Ricerche istituzionali in corso

Progetti d’ateneo autofinanziati

Per il biennio 2012-2013 l’Università Cattolica ha investito un milione di euro di risorse proprie in progetti di ricerca su due tematiche di grande valore scientifico e di forte rilevanza sociale. Tutti sono caratterizzati da forte interdisciplinarietà e coinvolgono un numero consistente di ricercatori di diverse facoltà.

 

Tempo di crisi: analisi delle cause e prospettive di soluzione. Su questo tema sono stati finanziati due specifici progetti, tuttora in corso: “Le sfide della crisi: ripensare le politiche microeconomiche e macroeconomiche” (Domenico Delli Gatti, istituto di Teoria economica e metodi quantitativi); “La virtualizzazione dell'economia e la sua crisi. Pratiche e percorsi di ricomposizione tra economia e società” (Mauro Magatti, dipartimento di Sociologia).

 

Allungamento della vita come opportunità. Su questa seconda tematica sono stati finanziati i seguenti progetti, anch’essi in corso: “Diet and Animal Models of Aging” (Paolo Ajmone Marsan, istituto di Zootecnica); “Crescere da anziani: Attivare risorse per stili di vita sostenibili” (Alessandro Antonietti, dipartimento di Psicologia); “«Non mi ritiro»: l'allungamento della vita, una sfida per le generazioni, un'opportunità per la società” (Fausto Colombo, Dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo); “Impatto dello stato nutrizionale sulla longevità e sulle malattie correlate all'invecchiamento” (Claudio Grassi, istituto di Fisiologia umana); “Modellizzazione matematica dell'impatto di fattori nutrizionali e ambientali su parametri fisiologici nel corso dell'invecchiamento” (Alessandro Musesti, dipartimento di Matematica e fisica “Niccolò Tartaglia”).
 

È stato inoltre avviato nel 2014 il progetto d’ateneo Crisi dell'eurocentrismo e futuro dell'umanesimo europeo: prospettive storico-culturali, religiose, giuridiche ed economico-sociali. Nel passaggio dall’antico eurocentrismo al policentrismo di un’articolata comunità internazionale, la ricerca intende ripensare, in chiave interdisciplinare, gli elementi propri e caratteristici delle tradizioni culturali e religiose dell’umanesimo europeo, alla luce e in vista di una considerazione culturalmente adeguata ai processi di globalizzazione.

 

 

Progetti cofinanziati

Sul piano nazionale, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) ha finanziato 25 progetti di cui 5 coordinati dall’ateneo nell’ambito del bando Prin 2010-2011. Le aree scientifiche interessate dai finanziamenti sono quella delle scienze sociali e umanistiche (12 progetti), delle scienze della vita (12), della chimica fisica e analitica (1 progetto). Quelli coordinati a livello nazionale dall’Università Cattolica sono: “Ricerca delle basi genetiche di nuovi fenotipi legati al benessere, all'efficienza ed alla sostenibilità ambientale delle produzioni dei bovini da latte - Gen2phen” (Paolo Ajmone Marsan, istituto di Zootecnica); “Pratiche sostenibili di vita quotidiana nel contesto della crisi: lavoro, consumi, partecipazione” (Laura Bovone, dipartimento di Sociologia); “Terapia rigenerativa con cellule staminali midollari e cardiache nello scompenso cardiaco grave” (Filippo Crea, istituto di Cardiologia); “Il trattamento della sordità: approcci traslazionali” (Gaetano Paludetti, istituto Clinica Otorinolaringoiatrica); “Connettività funzionale cerebrale e neuroplasticità nell'invecchiamento fisiologico e patologico” (Paolo Maria Rossini, istituto di Neurologia).

 

Nello stesso anno l’Università Cattolica è stata coinvolta in 3 progetti finanziati dal bando Futuro in ricerca. I progetti vincitori sono: “Valutazione della modulazione dell’espressione genica dei miocardiociti in risposta all’abuso/dipendenza da nuove sostanze psicoattive (Smart Drugs) e steroidi anabolizzanti; studi di metabolismo in vitro per la valutazione del pattern metabolico delle nuove sostanze di disegno; sviluppo ed applicazione su larga scala di metodi per la determinazione di tali sostanze ed analoghi con potenziale attività dopante” (Fabio De Giorgio, istituto di Sanità pubblica); “Paradigmi classici e fondamenti teorici nella ricerca contemporanea in ontologia formale e materiale (OntoForMat)” (Lorenzo Fossati, dipartimento di Filosofia); “Costruire società inclusive e un'Europa globale online: informazione e partecipazione politica sui social media in prospettiva comparata” (Giovanna Mascheroni, dipartimento di Sociologia).

 

 

Progetti internazionali

 

A livello internazionale, per l’Università Cattolica, il principale strumento di finanziamento alla ricerca è rappresentato dal Settimo Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico (2007-2013) attraverso il quale la Commissione europea si propone di raggiungere diversi obiettivi tra cui rafforzare le basi scientifiche e tecnologiche dell’industria, favorire un alto livello di competitività internazionale, promuovere e incoraggiare le azioni di ricerca nell’Unione Europea, con particolare riguardo alle piccole e media imprese, centri di ricerca, università. Dal 2008 a oggi l’ateneo ha ottenuto il cofinanziamento di 74 progetti per un totale di circa 19 milioni di euro.