Gli obiettivi


Intraprendere un percorso di Alternanza scuola-lavoro in Università Cattolica significa sviluppare un percorso formativo che pone al centro lo studente e rinsalda la collaborazione tra scuola e università. L’obiettivo principale è quello di aiutare i ragazzi a misurare le proprie attitudini con esperienze concrete, al fine di maturare maggiori consapevolezze personali circa la progettazione del loro futuro professionale.

Ogni progetto di ASL presenta ricadute benefiche su ciascuno degli attori coinvolti:

Per lo studente

Gli studenti che svolgono un’esperienza di Alternanza scuola-lavoro in Università Cattolica colgono un’importante opportunità di crescita sia sul piano formativo sia sul piano personale. Il loro primo interlocutore in Ateneo è l’Ufficio Orientamento, che vuole continuare ad essere un riferimento anche dopo le settimane trascorse nel campus: ai ragazzi l’Università non vuole proporre un “contratto a tempo determinato”, ma l’inizio di un percorso grazie al quale orientarsi consapevolmente nelle scelte successive al diploma. Lo studente in Alternanza, infatti, si ritrova al centro di un progetto che – integrando sapere e saper fare – lo aiuterà ad avvicinarsi sia al mondo dell’Università sia al mondo delle professioni.

Per la scuola

Le scuole coinvolte nei progetti di Alternanza attivati in Università Cattolica entrano a far parte di un network che consente loro di potenziare le opportunità offerte agli studenti: avere un rapporto collaborativo costante con l’Ateneo significa creare un terreno comune (per strumenti e obiettivi) nel quale gli studenti possono progettare il loro percorso di studi. Nel caso dell’Alternanza scuola-lavoro l’istituto riceverà dall’Università pieno supporto nelle fasi di definizione del progetto che meglio si concilia con il curriculum scolastico di ogni ragazzo e nella co-progettazione delle attività vere e proprie

Per l'università

Per l’Università Cattolica l’Alternanza scuola-lavoro rappresenta, oltre che un’innovativa metodologia didattica che consolida il rapporto con gli istituti superiori, la possibilità di coinvolgere studenti e insegnanti in una relazione che non si limita alla dimensione organizzativa. Il valore orientativo e la funzione formativa sono gli elementi su cui l’Ateneo intende fondare il suo impegno nelle attività di Alternanza scuola-lavoro.