Università Cattolica del Sacro Cuore

Scuole dell’infanzia e famiglie provate dal lockdown

 

L’educazione accade solo se c'è un luogo, per questo occorre superare le visioni parziali e approdare ad uno sguardo relazionale e sistemico che consenta a bambini e famiglie di poter disporre di luoghi specifici per diventare grandi insieme”.

Il Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell’Università Cattolica ha promosso un'indagine raccogliendo l’esperienza delle strutture educative per la prima infanzia durante la fase di lockdown dell'emrgenza sanitaria.
All’indagine hanno risposto in prevalenza scuole paritarie (78,3%), che erogano un'offerta articolata sulle diverse fasce di età, alcune delle quali sono poli omnicompensivi: soprattutto asili nido (58,6%) e scuole dell’infanzia (75,8%), ma non mancano poli comprensivi in verticale che hanno al loro interno la scuola primaria (37,4%) e la secondaria di primo grado (26,3%), per totale complessivo di oltre 200 servizi rivolti a bambini e ragazzi da 0 a 14 anni.

Approfondimento