Università Cattolica del Sacro Cuore

Verso la costruzione della nuova economia dell’amore
Come attuare il messaggio dell’Enciclica “Fratelli Tutti”?

 

Davanti agli evidenti e crescenti squilibri dell’economia e della società globale, nella lettera Enciclica “Fratelli TuttiPapa Francesco richiama il bisogno di una “forma di vita e di economia dal sapore di Vangelo: un’economia dell’amore che vada al di là delle barriere della geografia e dello spazio. Nessuno, può affrontare la vita in modo isolato; c’è bisogno di una società che ci sostenga. L’economia globale unifica il mondo ma divide le persone e le nazioni perché ci rende vicini ma non ci rende fratelli. Siamo più soli che mai in questo mondo massificato che privilegia gli interessi individuali e indebolisce la dimensione comunitaria. Aumentano piuttosto i mercati dove le persone svolgono il ruolo di consumatori e di spettatori”. Ha ragione il Papa!
Viviamo in un’economia che premia solo i ricchi, i sani, i forti e i belli (che divengono sempre più ricchi), mentre lascia tutti gli altri nella miseria culturale, economica e sociale.
Tutti i disastri economici che abbiamo conosciuto, sono sempre stati il frutto di forme di egoismo, opportunismo e di visione a brevissimo termine, permessi peraltro da istituzioni poco lungimiranti ed educanti.

Ormai è chiaro. Abbiamo schemi culturali e poi operativi che necessitano di un radicale cambiamento. È un problema di qualità delle persone, delle imprese e delle istituzioni. Abbiamo bisogno di un’economia nuova. Un’economia dell’amore. Ma come è possibile costruirla e affermarla? È una questione anzitutto culturale ed educativa; afferma  il Professore Marco Grumo, Professore Associato di Economia Aziendale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore e Coordinatore scientifico di Cattolica per il Terzo Settore.

Bisogna solo iniziare formando le menti, e i cuori, facendo sperimentazioni, diffondendo buone pratiche e cultura concreta e positiva, i numeri faranno il resto.

L' approfondimento del Professore Marco Grumo (VitaPiù).