ENPortaliCerca

Facoltà di Scienze della Formazione, Medicina e Chirurgia "a.gemelli"

Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate

Milano

Anno accademico 2022/2023

Durata 2 anni

Lingua Italiano

Classe di laurea LM-67 (Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate)


Alvaro Mordente, coordinatore del corso, ne descrive le principali caratteristiche
Alvaro Mordente, coordinatore del corso, ne descrive le principali caratteristiche

La Facoltà di Scienze della formazione partecipa con le proprie risorse didattiche, organizzative e di ricerca, insieme alla Facoltà di Medicina e chirurgia “A. Gemelli”, all’attivazione di questo corso di laurea magistrale interfacoltà.
 

Competenze/conoscenze

Il percorso formativo del corso di laurea magistrale in "Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate" si articola prevalentemente con insegnamenti di ambito medico e motorio-adattato e si propone di offrire un quadro organico di conoscenze e competenze teoriche e pratiche relative al mantenimento dello stato di salute attraverso il movimento e la pratica dell'attività motoria, lungo tutto l'arco della vita. Il corso si propone altresì di fornire conoscenze e competenze relative all'adattamento dell'attività motoria e sportiva all'individuo diversamente abile.
Lo studente verrà portato ad acquisire una preparazione specifica riguardante le dimensioni fondamentali delle discipline motorie tenendo conto anche dell'apporto di quelle bio-mediche, pedagogiche, psicologiche e sociologiche, che nel complesso concorrono a definire i profili professionali promossi dal corso di laurea magistrale. L’itinerario proposto permetterà la formazione di una cultura del movimento e dello sport intesi come fattori essenziali per la prevenzione delle malattie, dell'educazione fisico-motoria e sportiva per la persona diversamente abile.

Progetto formativo

Nello specifico, durante il primo anno di corso, lo studente avrà l'opportunità di:

  • conoscere e analizzare criticamente le possibilità di applicare i fondamenti delle discipline psico-pedagogiche all'ambito del mantenimento dello stato di salute;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali forme di disabilità neurologiche, in modo da acquisire gli strumenti culturali per pianificare l'attività motoria nei singoli individui diversamente abili;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali malattie metaboliche, dell'apparato cardiovascolare e respiratorio e del sistema nervoso, in modo da poterne prevenire o ritardare l'insorgenza attraverso la  pianificazione della necessaria attività motoria;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali malattie dell'infanzia, in modo da poterne prevenire l'insorgenza attraverso la pianificazione della necessaria attività motoria;
  • acquisire gli strumenti metodologici adeguati per avviare collaborazioni nell'ambito di progetti originali di ricerca scientifica orientati alla comprensione dei meccanismi attraverso cui l'attività motoria e sportiva aiutano a prevenire le malattie.

Nel secondo anno di corso, lo studente avrà l'opportunità di:

  • conoscere e analizzare criticamente le possibilità di applicare i fondamenti delle discipline sociologiche all'ambito del mantenimento dello stato di salute;
  • progettare, proporre e gestire percorsi e protocolli di educazione, formazione e recupero post riabilitativo attraverso il movimento;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali forme di disabilità fisica e intellettivorelazionale, in modo da acquisire gli strumenti culturali per pianificare l'attività motoria nei singoli individui diversamente abili;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali malattie dell'apparato osteoarticolare, in modo da poterne prevenire l'insorgenza attraverso la pianificazione della necessaria attività motoria;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali malattie dell'età senile, in modo da poterne prevenire l'insorgenza attraverso la pianificazione della necessaria attività motoria.

Tali obiettivi verranno realizzati con l'attivazione di un congruo numero di insegnamenti e corsi integrati dei settori MED e M-EDF/01 che, oltre alla parte teorica, prevedono un elevato contenuto pratico da svolgersi in idonee strutture motorio-sportive quali palestre e campi attrezzati. La didattica verrà articolata in lezioni frontali ad impostazione classica o seminariali, dimostrazioni tecnico-pratiche sul campo ed esercitazioni individuali con l'utilizzo di strumenti avanzati di analisi dello stato di forma fisica, tirocini e stage presso strutture convenzionate del territorio qualificate in ambito preventivo, post-riabilitativo e adattativo. La verifica dell'acquisizione di tali competenze avverrà attraverso prove di valutazione finali e in itinere, proposte in forma scritta, orale e pratica e la valutazione di piani e protocolli di lavoro elabora dallo studente ed adattati all'età, al genere, alla disabilità e alla situazione di recupero e, infine, attraverso la realizzazione di una tesi su un tema attinente al curriculum degli studi.