ENPortaliCerca

Facoltà di Lettere e Filosofia

Gestione di contenuti digitali per i media, le imprese e i patrimoni culturali

Brescia, Via Trieste 17

Anno accademico 2022/2023

Durata 2 anni

Lingua Italiano

Classe di laurea LM-19 (Informazione e sistemi editoriali)


Il percorso formativo

Il primo anno del corso è finalizzato all’acquisizione di una base comune di competenze e all’eventuale recupero di competenze previe, sia umanistiche che linguistiche e informatiche.
Le lezioni frontali sono affiancate da un congruo numero di laboratori, i cui contenuti sono commisurati di anno in anno sulle esigenze espresse dal mercato del lavoro.
Le lezioni sono organizzate in moduli compatti di tre ore (quattro per i laboratori) alla settimana in modo da occupare razionalmente le giornate di lavoro dal lunedì al venerdì, di norma dalle 9,30 alle 16,30 circa (con eventuali spazi successivi per lo studio personale o i lavori di gruppo).
Al termine del semestre, lo studente può sostenere gli esami di verifica degli insegnamenti appena conclusi e (ove previsti) dei relativi laboratori.

Il secondo anno presenta invece insegnamenti di taglio professionalizzante. Le attività di lezione sono concentrate nel primo semestre, con le stesse modalità organizzative del primo anno. Il secondo semestre è riservato a eventuali corsi di recupero, allo stage aziendale e alla tesi finale.

Tutti gli insegnamenti (compresi i laboratori) possono prevedere occasioni di valutazione intermedie anche di gruppo, e si concludono con una prova di valutazione personale che viene espressa mediante una votazione in trentesimi. Nel caso di laboratori annessi agli insegnamenti, il voto finale incide su quello finale dell’insegnamento secondo una percentuale comunicata dal docente nel proprio programma (normalmente tra il 20 e il 30 %).

Gli esami di profitto hanno la forma di colloqui orali oppure di elaborati scritti o di produzioni pratiche. L’attività di stage viene valutata mediante una relazione redatta dal tutor aziendale e raccolta a cura del tutor di stage del corso.

La realizzazione della prova finale è occasione privilegiata di verifica delle competenze maturate, sia in ordine ai contenuti disciplinari, sia relativamente ai metodi e agli strumenti a disposizione, sia infine per quanto riguarda la capacità di applicazione pratica di tali contenuti e metodi. La prova finale consiste normalmente nella costruzione di un prodotto che, sulla base di una seria attività di ricerca, presenti un output concreto (un sito Web, un progetto di fattibilità per una campagna on line, ecc.). Qualora possibile, la tesi è collegata all’esperienza di stage. La votazione finale viene espressa in 110imi con eventuale lode tenuto conto del curriculum complessivo dello studente e della qualità della tesi.

Il corso affianca gli studenti con due figure di tutor. Il primo si occupa delle questioni d’aula, dell’eventuale recupero delle competenze in difetto, dell’organizzazione delle attività para-formative, dell’orientamento per le eventuali esperienze di studio all’estero. Il secondo è un tutor di stage che interviene all’inizio del secondo anno a orientare e supportare lo studente nella scelta e nello svolgimento dell’esperienza di tirocinio.

In genere la frequenza degli insegnamenti (e in particolare dei laboratori) è fortemente raccomandata. Tuttavia, Il GeCo utilizza la approfondita esperienza di didattica a distanza maturata nel corso della crisi SARS-CoV-2 per la predisposizione di percorsi personalizzati per lavoratori o altri studenti che per varie ragioni non potessero frequentare: tutti i moduli formativi predispongono per lo studente non frequentante adeguate modalità per acquisire le specifiche conoscenze e competenze richieste. A questo scopo viene utilizzata BlackBoard, una delle piattaforme più avanzate a livello internazionale per i professionisti della formazione. Tanto questa quanto altre piattaforme (Teams, Webex) potranno essere utilizzate anche per lo svolgimento di esami e verifiche a distanza. Gli studenti lavoratori possono utilizzare 4 anni per il completamento del GeCo, adottando di anno in anno un piano di studi “dimezzato” rispetto a quello normale e godendo di una riduzione proporzionale dei costi di iscrizione. È stata predisposta un’architettura didattica specifica per tali casi, in modo da conservare la progressione nella acquisizione dei contenuti del corso propria della durata normale.

Torna al menu