Università Cattolica del Sacro Cuore

Terzo Congresso internazionale di Studi ermeneutici su Simbolo, mito e "modernità dell'antico" nella Letteratura italiana e nelle Arti dal Rinascimento ai giorni nostri

Convegno  dal 15 dicembre 2017 al 16 dicembre 2017
Aula: Pio XI (G125 S. Carlo) -  Ore: 9.15
Largo A. Gemelli, 1, Milano

Ersmma

PRIMA GIORNATA: VENERDI 15 DICEMBRE
 

MATTINO – SESSIONE PLENARIA

Saluti e presentazione
GIUSEPPE FARINELLI, BART VAN DEN BOSSCHE, ANGELA IDA VILLA

Angela Ida Villa (Università Cattolica del Sacro Cuore), Dalla Venere Celeste alla Dea Caelestis e all’Aria divina. Afrodite-Astarte accorre al capezzale dello sposo Adone presso la palude cipriota dell’Idalio e altre stratificazioni semantiche cripto-pagane fenicio-puniche velate nella scriptio inferior del dipinto di Sandro Botticelli sinora conosciuto come la Nascita di Venere

Liana Cheney (University of Massachusetts Lowell, USA), The Symbolism of Saturn in Giorgio Vasari’s Sala degli Elementi in Palazzo Vecchio, Florence

Sofia Magnaguagno (Università di Venezia-Ca’ Foscari), Significazioni criptate nei “dittici” di Venere e Adone-Cefalo e Procri e di Omnia Vanitas-Honor et virtus post mortem floret di Paolo Veronese

Angela Ida Villa (Università Cattolica del Sacro Cuore), L’“insalata tragica” di Adone e quella del Giovanni Battista di rosso vestito della pittura di Caravaggio: dalla decifrazione delle simbologie cripto-pagane e cripto-giovannite eretiche alle implicazioni ermeneutiche

POMERIGGIO – SESSIONE PLENARIA


Giulia Sara Corsino (Scuola Normale Superiore di Pisa), Lingua dei Misteri religiosi pagani e iniziazione alla filosofia in Platone

Marialuisa Sepe (Università degli Studi della Basilicata), Una proposta di lettura ermeneutica della Fabula d’Orpheo di Angelo Poliziano

Angela Ida Villa (Università Cattolica del Sacro Cuore), «Sotto apparenza». Nel giardino infero con Persefone/Kore e Ade: la scriptio inferior cripto-pagana dell’horridus giardino anti-epicureo di Leopardi (Zibaldone, 19-22 aprile 1826), epigono moderno di Egesia di Cirene
 

Francesca Favaro (Università di Padova), Un archetipo pagano nella poesia di Pascoli. Amore e Morte dalle religioni pagane misteriche, attraverso i miti e le letterature mediterranee, sino agli “epitalami cifrati” di Myricae

Massimo Marassi (Università Cattolica del Sacro Cuore) presenta il volume Scrittori che traducono scrittori. Traduzioni “d’autore” da classici latini e greci nella letteratura italiana del Novecento, a c. di Eleonora Cavallini, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2017.

SECONDA GIORNATA: SABATO 16 DICEMBRE
 

MATTINO – I SESSIONE PARALLELA
Sede centrale, Largo Gemelli, 1, AULA PIO XI (G 127)


Raffaele Girardi (Università di Bari), La vicissitudine moderna di Dioniso nei Canti Orfici di Dino Campana
 

Paolo Leoncini (Università di Venezia-Ca’ Foscari), Gianfranco Contini e il «paganesimo originario» di Emilio Cecchi (tra Et in Arcadia ego, Messico e Appunti per un periplo dell'Africa)

Daniela Vitaliano (Université d'Aix-Marseille), Simbolismo cristiano e pagano nei Dialoghi con Leucò di Cesare Pavese

Fabiana Savorgnan Cergneu di Brazzà (Università di Udine), Le sirene di Tomasi di Lampedusa: fonti antiche e implicazioni ermeneutiche

POMERIGGIO – I SESSIONE PARALLELA: relazioni

Maurizio Rebaudengo (Università di Torino), «Religione è un’alta capacità di meditare sui destini umani e di servire la causa infinita»: la dissoluzione storica della narrazione mitologica nel sacro guazzabuglio simbolico-mitologico di Carlo Emilio Gadda
 

Eleonora Cavallini (Università di Bologna), Divinità agresti e paganesimo rurale: Leonardo Sinisgalli e l’Antologia Palatina

Elvira Ghirlanda (Università di Messina), «Alla disperata ricerca di un vertice (di un verso)»: aspetti cripto-pagani delle poesie Il gobbo (22 dicembre 1948) e Luce (22 dicembre 1949) di Alda Merini

Raisa Popova (Academy of Contemporary Art, Ekaterinburg, Russian federation), The image of mythical bird in the art of Viktor Vasnetsov

Roger Ferrer Ventosa (Universidad de Girona), ¿Dónde ha ido la belleza? Sacrificio, película de Andrei Tarkovski, en clave alquímica

SECONDA GIORNATA: SABATO 16 DICEMBRE
 

MATTINO – II SESSIONE PARALLELA


Rosina Martucci (Napoli), Adamo ed Eva nel Giardino dell’Eden fra simbologia, mito e miniature

Ilenia Pittui (Università di Venezia-Ca’ Foscari), L’empietà alle Gallerie dell’Accademia di Venezia: un derviscio nell’Arrivo dei Magi di Nicolò di Pietro?

Corinna Onelli (Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, Paris), Libertinage et satire au XVIIe siècle à Venise: l'antichristianisme latent de la traduction de Annibale Campeggi de La Matrone d'Ephèse de Pétrone (Satyricon 111-112)

Francesco Polopoli (Centro internazionale di Studi gioachimiti), La Città del Sole come limes da Gioacchino da Fiore a Tommaso Campanella

Emilia Di Rocco (Università di Roma-La Sapienza), I “Classicizing Friars” e l’antichità pagana: il commento di Robert Holcot al Libro della Sapienza

POMERIGGIO – II SESSIONE PARALLELA: relazioni

Maurizio Rebaudengo (Università di Torino), «Religione è un’alta capacità di meditare sui destini umani e di servire la causa infinita»: la dissoluzione storica della narrazione mitologica nel sacro guazzabuglio simbolico-mitologico di Carlo Emilio Gadda

Eleonora Cavallini (Università di Bologna), Divinità agresti e paganesimo rurale: Leonardo Sinisgalli e l’Antologia Palatina

Giulio Pietrobelli (Università di Padova), Simbologie nascoste dell’Odeo Cornaro a Padova: Sole-Phanes, Luna-Ecate e altre decorazioni “geroglifiche”

Maria Vittoria Comacchi (Università di Venezia-Ca’ Foscari), Il mito del Demogorgone, ossia la sopravvivenza della riflessione mitografica e poetica delle Genealogiae deorum gentilium di Giovanni Boccaccio nei Dialoghi d’amore di Leone Ebreo

Clizia Gurreri (Università di Roma-La Sapienza), Apollo, Mercurio e Minerva a Palazzo Zoppio. I miti classici nella simbologia barberiniana
 

SESSIONE PLENARIA

Conclusioni
GIUSEPPE FARINELLI, BART VAN DEN BOSSCHE, ANGELA IDA VILLA


Per tutte le info consultare il sito del convegno



E-mail:

renata.dellafiori@unicatt.it

Sponsorizzato da:

Dipartimento di Italianistica e comparatistica