A lezione di...Giurisprudenza


DIRITTO PRIVATO 

Biotecnologie e nuove forme di genitorialità.
Lo sviluppo tecnico-scientifico consente oggi di scindere la filiazione dalla dimensione biologica nella quale da sempre si fonda. Procreazione assistita eterologa e surrogazione di maternità mettono in crisi l’idea che i figli siano "carne della carne" e mirano a fondare la genitorialità su un atto di scelta, ma differiscono profondamente dall’adozione. Al di là dei dilemmi etici, queste tecniche aprono problemi giuridici complessi ma ineludibili: esiste un diritto all’autodeterminazione riproduttiva? È possibile avere più di due genitori? E ancora: al nato spetta il diritto di conoscere le proprie origini biologiche?

Scordati di me! Diritto all'oblio e motori di ricerca.
La lezione riguarderà il rapporto fra diritto alla privacy e diritto di cronaca all'interno dei i motori di ricerca, come Google, che conservando e rendendo facilmente fruibili notizie del passato possono rappresentare un problema per le persone che, pur avendo commesso errori, vogliono ricominciare una nuova vita.

I want you! Diritto all'immagine e nuovi social media.
La lezione avrà ad oggetto il problema della proprietà e dei relativi diritti, anche di sfruttamento economico, delle immagini caricate su Facebook, Twitter e Instagram.

Non puoi escludermi! Democrazia diretta e diritto civile.
La lezione si occuperà di enucleare i problemi di natura civilistica nella procedura di scelta dei candidati a cariche politiche attraverso lo strumento delle primarie che hanno dato avvio ai recenti fatti di cronaca relativi alle elezioni regionali siciliane.


DIRITTO ECCLESIASTICO

L’integrazione religiosa nelle nostre città.
Il seminario intende affrontare uno dei problemi più attuali nelle società contemporanee e cioè quello della convivenza e coesistenza nelle nostre città di una pluralità di comunità religiose tra loro diverse che chiedono di vedere tutelati i propri interessi religiosi.
Il seminario si occuperà di alcune delle materie nelle quali le differenti appartenenze religiose si manifestano (ad esempio quella del cibo nelle mense scolastiche, quella dei luoghi di preghiera, quella dei cimiteri e sepolture). Si cercheranno di esaminare gli aspetti più concreti e quotidiani delle tematiche della libertà religiosa e della uguaglianza che spesso, se non gestite con attenzione, generano conflitti nelle comunità locali e divisioni tra la popolazione. Quali sono gli strumenti per rispondere in modo efficace alla esigenza di integrazione dei cittadini o residenti appartenenti a differenti fedi? Cosa significa tolleranza nelle città? Quali importanza hanno la partecipazione e la collaborazione tra Comune e comunità religiose?


DIRITTO AMMINISTRATIVO

La tutela dell’ambiente e le azioni della pubblica amministrazione

Il cittadino di fronte alla P.A.
Nelle società occidentali attuali quasi ogni aspetto della vita dei cittadini è caratterizzato dalla presenza della pubblica amministrazione, talvolta per fornire servizi, talaltra per controllare l'attività degli individui; la legge consente a chi vi abbia interesse di conoscere l'attività dell'amministrazione e di partecipare al suo svolgimento, ma cosa accade se ciononostante l'amministrazione sbaglia?


DIRITTO TRIBUTARIO

Tassiamo il web? I colossi della rete di fronte alla fiscalità


DIRITTO COMMERCIALE

Il governo delle banche
L’incontro si propone di analizzare le principali tappe della regolamentazione dell’attività bancaria in Italia, evidenziandone i diversi rapporti con l’economia e la politica.

DIRITTO PENALE

L'equilibrio tra libertà e sicurezza nella società moderna
Di fronte ai rischi della modernità - sviluppo tecnologico, terrorismo, crisi finanziarie - i diritti individuali sono spesso visti come un ostacolo a una maggiore sicurezza sociale e il diritto penale come un farmaco per la paura. È davvero così? Qual è l'equilibrio "giusto" in una società democratica?

È più giusto condannare un innocente o assolvere dieci colpevoli?
Il diritto penale pone di fronte al dramma del processo e alle sue immense conseguenze sulle persone coinvolte (imputati e vittime, ma non solo): il nostro ordinamento stabilisce il principio dell'oltre ogni ragionevole dubbio come standard per la condanna. Cosa significa questo principio? Come si applica?

Il rapporto tra giustizia, diritto e letteratura
Sono moltissime le opere letterarie che si occupano della questione della giustizia e della punizione. La loro lettura può non solo arricchire il bagaglio tecnico di chi si approccia alle materie giuridiche, ma altresì consentire di guardare alle categorie giuridiche - al diritto in quanto tale - in modo critico e consapevole.


STORIA DEL DIRITTO ITALIANO

L’eterno ritorno della confisca
Negli ultimi decenni, il legislatore italiano, allo scopo di assicurare un più efficace contrasto alle forme di criminalità organizzata, ha fatto largo impiego di misure patrimoniali, fra le quali spicca la confisca dei beni, destinata ad operare ben al di là dei limiti che il vigente codice penale le aveva assegnato.
La cosiddetta confisca ‘allargata’, in particolare, sembra ricalcare il modello di una tipica sanzione d’ancien régime, la publicatio bonorum, che con l’avvento delle moderne codificazioni penali, a cavallo fra il XVIII e il XIX secolo, sembrava destinata ad una definitiva scomparsa, in applicazione dei garantistici principi di colpevolezza e di personalità della pena.
La lezione si propone di individuare le ragioni di tale inopinata reviviscenza, e vuole essere un invito a riflettere sulla ‘tenuta’ di alcuni fondamentali principi costituzionali di garanzia di fronte alle sempre più pressanti richieste di efficienza del sistema sanzionatorio.


DIRITTO COSTITUZIONALE
 

Sistemi elettorali: il difficile equilibrio tra rappresentatività e formazione di maggioranze adeguate alla stabilità del governo.
Nella lezione, in un primo momento, si ripercorrerà l'evoluzione dei diversi sistemi elettorali che hanno caratterizzato il secondo dopoguerra in Italia, soffermandosi sulle ragioni e sugli effetti (a livello politico e istituzionale) connessi in particolare alla sostituzione del sistema proporzionale con il "Mattarellum" e poi ancora di quest'ultimo con il successivo "Porcellum". Si evidenzieranno poi i profili di illegittimità costituzionale rilevati dalla Corte rispetto al Porcellum e all'Italicum, per concludere con qualche riflessione sulle difficoltà (presunte o reali) di individuare un sistema elettorale che assicuri un'adeguata rappresentatività delle Camere e che offra al contempo qualche garanzia per la formazione di una maggioranza adeguata, tesa a garantire la stabilità del governo del Paese.


DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA 

L’Unione europea come ente di Stati a cui partecipano anche gli individui: vantaggi, criticità e prospettive
A più di sessant’anni dall’inizio del processo d’integrazione europea l’Unione si trova ad attraversare una fase particolarmente critica, caratterizzata dall’esigenza di far fronte a situazioni complesse, come la crisi economica, i flussi migratori senza precedenti e il fenomeno del terrorismo. La procedura di recesso del Regno Unito dall’Unione europea, avviata il 29 marzo scorso, rende inoltre evidente come il processo d’integrazione non sia irreversibile. In questo contesto, emerge sempre più pressante la necessità di una riforma dell’Organizzazione, al fine di renderla «più unita, più forte e più democratica», come sottolineato dal Presidente della Commissione nel suo recentissimo discorso sullo stato dell’Unione. Il rafforzamento della dimensione democratica pare infatti fondamentale nell’ambito di un ordinamento «che riconosce come soggetti non solo gli Stati membri, ma anche i loro cittadini» (Corte di giustizia, sentenza 5 febbraio 1963, Van Gend & Loos). Partendo dalle origini del processo d’integrazione europea, il seminario si propone quindi di mettere in luce uno dei tratti che hanno contraddistinto l’Organizzazione fin dalla sua nascita, la centralità dell’individuo, evidenziando gli indubbi successi e i grandi vantaggi (anche dalla prospettiva italiana) realizzati sotto questo profilo dalla costruzione comunitaria, nonché alcune delle criticità attualmente esistenti e le prospettive di riforma.