Università Cattolica del Sacro Cuore

La nuova offerta formativa per gli insegnanti

Dalla richiesta di formazione permanente degli insegnanti, alla costruzione del portfolio personale del docente, all’impegno dell’istituto - singolo o in rete - di garantire un’offerta formativa adeguata alle reali esigenze, la cosiddetta ‘Legge sulla Buona Scuola’ cambia non di poco il panorama scolastico.

Per far fronte queste nuove sfide, l’Università Cattolica propone a tutte le componenti del mondo della scuola una molteplice offerta, che va dalla formazione degli insegnanti e dei dirigenti, ai servizi per gli studenti e le famiglie, alla consulenza agli Istituti e alle reti di scuole, fino alla ricerca universitaria. Un’offerta non solo top-down, ma pronta a recepire e a far proprie le diverse esigenze che nascono dalle realtà scolastiche locali e che accompagna percorsi di analisi dei fabbisogni e di progettazione didattica.

Per quanto riguarda lo specifico versante della formazione, anche quest’anno l’Università Cattolica (Soggetto qualificato dal MIUR ai sensi della Direttiva n. 170 del 21/03/2016) in linea con le indicazioni del Piano Nazionale  per la formazione del MIUR, mette a disposizione degli insegnanti che lo desiderano una corposa offerta formativa, con lo scopo di rendere sempre più completo il loro percorso professionale e più stimolante la vita di classe.

Gli ambiti e i corsi tra cui scegliere sono diversi, in modo da soddisfare le esigenze di insegnanti di ogni ordine e grado di scuola.

I corsi si svolgeranno nell’anno scolastico 2017/2018 presso le diverse sedi dell’Ateneo (Milano, Brescia, Cremona, Piacenza) ed afferiscono alle seguenti aree:

Oltre ai corsi di carattere trasversale, sono presenti anche corsi di carattere didattico disciplinare.

Diversi corsi potranno essere attivati anche presso gli Istituti scolastici o le reti di scuole che ne faranno richiesta.

La partecipazione dà luogo agli effetti giuridici ed economici previsti dalla normativa vigente (nota MIUR n. 2915 del 15/09/2016).

In particolare permette l’esonero dall’insegnamento, fino a 5 giorni all’anno, compatibilmente con le esigenze di servizio, e, per quanto possibile, nel rispetto dell’esigenza di continuità dell’insegnamento.

Al termine di ogni attività formativa verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

La partecipazione ai corsi è finanziabile con la “Carta del docente” prevista dalla L. 107/2015 c.d. “buona scuola”.